CONSIGLIERI ELETTI DALL’ASSEMBLEA

Ing. Andrea AMOROSO

Andrea Amoroso è laureato in ingegneria chimica all’università “la Sapienza” di Roma .
Lavora nel settore dell’O&G da più di 30 anni, di cui 25 trascorsi in Eni, dopo un’esperienza di ingegnere di processo presso una storica società di ingegneria italiana (CTIP).
Dal 2014 lavora nell’Headquarter Eni di San Donato Milanese nella Direzione “Development, Operation, Technology” ed attualmente si occupa dell’ingegneria dei progetti di sviluppo con la posizione di Vice President Downstream and Midstream Engineering.
Precedentemente ha ricoperto numerosi incarichi in Eni, tra i quali, dal 2009 al 2014 , quello di Process Technology Vice President nella divisione Refining & Marketing, periodo nel quale ha anche avviato la attività di “licensing out” delle tecnologie proprietarie Eni, quali il processo EST (Eni Slurry Technology).
Dal 2005 al 2009 è stato Manager dello sviluppo tecnologico della Raffinazione, dopo essere stato, dal 1997 al 2005 , responsabile dell’unità Tecnologica (assistenza tecnica, programmazione e controllo) nella Raffineria di Sannazzaro de’ Burgundi (PV).
Dirigente d’azienda dal 2000, ha ricoperto e ricopre tuttora incarichi nel Consiglio Direttivo Federmanager.

  • SUCCESSIVO

Ing. Raffaele AVELLA

Raffaele Avella è nato a Nola (NA) nel 1943 e si è laureato nel 1967 in Ingegneria chimica presso l’Università "Federico II" di Napoli.

Ha lavorato fino al 2003, prima da Project Manager presso società di ingegneria (CTIP, Technipetrol) e poi da Responsabile del controllo investimenti presso società di produzione del settore petrolifero (Ecofuel, Agip Petroli).

Dal 2003 svolge docenza di project management in master universitari (3° Università di Roma, Università di Pescara, Università Luiss), tiene seminari presso università (Università "La Sapienza", Università dell’Aquila), e collabora con società di consulenza e di formazione nel settore della sicurezza e del project management.

Dal 1997 fa parte del PMI-Rome Italy Chapter, dove ha ricoperto la carica di Presidente e poi ha proseguito come membro del Board.

Dal 2011 è consigliere del WEC World Energy Council - Italia.

In AIDIC, dopo l’adesione nel 1998, è diventato prima Coordinatore della Sezione Centro e poi membro della Giunta Esecutiva, curando i rapporti con le Sezioni territoriali e, recentemente, dedicandosi specificamente alla ricerca di Associati Sostenitori.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Enrico BARDONE

Enrico Bardone si è laureato al Politecnico di Milano nel 1967 in Ingegneria chimica.

Ha iniziato la sua attività professionale in Snamprogetti SpA (gruppo Eni) come ingegnere di processo, ove ha operato per otto anni diventando responsabile di process managers.
Successivamente è passato al Proposal and estimating department occupandosi delle offerte, prevalentemente chiavi in mano, di tutte le tipologie di impianti (petroliferi, petrolchimici, chimici) che la Snamprogetti offriva a livello mondiale.
Quando è stato costituito il settore impianti industriali è diventato responsabile del proposal and estimating department del settore che offriva impianti di dissalazione, tessili, farmaceutici, alimentari, minerometallurgici, operando prevalentemente in Europa, Asia, Africa. S
uccessivamente promuoveva la formazione di Snamprogettibiotecnologie SpA, di cui diventava presidente ed amministratore delegato, carica che occupava per circa venti anni. La società operava a livello mondiale nella progettazione e realizzazione di impianti biotecnologici tradizionali, avanzati, di chimica fine ed agroalimentari.
Durante questo periodo entrava nel direttivo e nel comitato di presidenza di ASSOBIOTEC e nella giunta di FEDERCHIMICA.

Attualmente opera come consulente ed è membro del Consiglio Direttivo e della Giunta Esecutiva AIDIC, e presidente del Gruppo di Lavoro biotecnologie AIDIC.
Autore di più di cinquanta pubblicazioni, ha partecipato e partecipa come speaker e chair a molteplici congressi e simposi nazionali e internazionali organizzati da enti pubblici e privati.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Massimiliano BAROLO

Massimiliano Barolo è Professore di Impianti chimici presso l’Università degli Studi di Padova.
Dopo la Laurea quinquennale con lode in Ingegneria Chimica e dopo aver lavorato come ingegnere di processo nel più grande petrolchimico italiano, ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca nel 1994 presso l’Università di Padova.
Nello stesso anno è stato collaboratore di ricerca presso l’Istituto per la Tecnica del Freddo del CNR di Padova
È stato visiting student (1993) e visiting academic (1995) al Centre for Process Systems Engineering dell’Imperial College (London, U.K.) e visiting Professor (2005; 2009) al Department of Chemical Engineering della University of California (Santa Barbara, CA).
È stato Presidente del Consiglio del Corso di Laurea magistrale in Ingegneria chimica e dei Processi industriali dell’Università di Padova (2010‒2014) e Presidente della Scuola di Ingegneria dell’Università di Padova (2015‒2018).
La sua principale attività scientifica attuale è nei seguenti ambiti:
• chemiometria di processo; data analytics
• sviluppo di metodologie "quality-by-design" per l’industria farmaceutica
• monitoraggio di processo; controllo statistico di processo; controllo statistico di qualità
• dinamica e controllo di processo e di sistemi fisiologici
• progettazione ottimale di esperimenti basata su modello
È autore di oltre 120 lavori scientifici pubblicati su riviste scientifiche internazionali, atti di conferenze, e monografie. Ha pubblicato anche alcune monografie didattiche. Attualmente è delegato AIDIC nel WP EFCE Quality by Design.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Alberto BERTUCCO

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Cosimo CANNALIRE

Cosimo Cannalire è a capo di Win-it for Alliances all’interno di TechnipFMC EMIA, una società in cui è entrato nel 1984 e che ha sede a Roma.
È in particolare responsabile delle alleanze PTA e Acido Acetico tra TechnipFMC e BP e della GTL Alliance tra TechnipFMC e Sasol. È inoltre il Key Account Manager della relazione complessiva con BP (onshore / offshore) e Sasol. È stato presidente del TechnipFMC College of Experts, un club che raccoglie circa 650 professionisti che rappresentano le competenze tecnologiche del Gruppo.
Cosimo è un membro esecutivo dell’Associazione Italiana Ingegneri Chimici.
Nel 2000 è stato insignito del premio Jacques Franquelin, assegnato all’interno di TechnipFMC ai più innovativi gestori del Gruppo, e Presidente dello stesso Premio nel 2012. Cosimo è stato invitato a parlare all’Università La Sapienza di Roma, è stato professore nel settore HSE in ambito Design per istituzioni governative italiane e consulente del Ministero dell’Ambiente italiano (per il quale ha preparato la legge sull’applicazione della Direttiva Seveso nel 1989).
È stato relatore a convegni internazionali e italiani e autore di articoli pubblicati in riviste internazionali (Ingegneria chimica, Elaborazione di idrocarburi, Journal of Loss Prevention nelle Industrie di processo) e riviste scientifiche specializzate italiane.
È stato invitato più volte da BP a parlare al Boston MIT Projects Academy sui driver più innovativi relativi agli accordi contrattuali e alle relazioni proprietario-appaltatore, nonché alle università di altri clienti (come il Cabot a Boston e l’evento Skolkovo a Mosca).
Infine, è stato responsabile della gestione delle collaborazioni create con M & G nel settore del bioetanolo di seconda generazione e sta gestendo anche l’accordo esistente nel settore del diesel rinnovabile con Neste.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Prof. Giacomo CAO

Giacomo Cao è nato a Cagliari il 22/09/1960, ha conseguito la licenza liceale presso il Liceo Dettori di Cagliari e si è laureato con lode in Ingegneria Chimica presso l’Università di Cagliari nel 1986. Ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Ingegneria Chimica presso l’Università di Bologna nel 1990. Presso il Dipartimento di Ingegneria Chimica e Materiali dell’Università di Cagliari, è diventato ricercatore nel 1990, professore associato nel 1992 ed è tuttora professore ordinario del raggruppamento concorsuale "Principi di Ingegneria Chimica" a partire dal 2001.
E’ stato "visiting scholar" presso il Department of Chemical Engineering, University of Notre Dame, USA nel 1988, 1992 e 1993 e "research associate" nel 1993 presso la stessa Università americana.
Dal 1992 è titolare di corsi che fanno capo al raggruppamento concorsuale di "Principi di Ingegneria Chimica" presso l’Università di Cagliari. E’ stato rappresentante per l’ Università di Cagliari nel Consorzio Interuniversitario "La Chimica per l’Ambiente" dal 1994 al 2008, è responsabile delle unità operative del Consorzio Interuniversitario Nazionale di Scienza e Tecnologia dei Materiali presso il Dipartimento di Ingegneria Chimica e Materiali dell’Università di Cagliari ed è stato fondatore e primo direttore del Centro Interdipartimentale di Ingegneria e Scienze Ambientali dal 1996 al 2004 presso l’Università di Cagliari.
E’ stato consulente del Centro di Ricerca, Sviluppo, Studi Superiori in Sardegna (CRS4) dal 1998 al 2015. E’ Presidente del Distretto Aerospaziale della Sardegna dal 2013 e Direttore del Dipartimento di Ingegneria Meccanica Chimica e dei Materiali dell’Università di Cagliari dal 2015.
Dal Novembre 2016 è stato inserito nella lista dei Top Italian Scientists (http://www.topitalianscientists.org/top_italian_scientists.aspx). Agisce in qualità di valutatore di progetti per svariati committenti e di pubblicazioni per numerose riviste nazionali ed internazionali. E’ coautore di oltre 170 pubblicazioni su riviste specialistiche nazionali ed internazionali, oltre 300 "proceedings" relativi a convegni nazionali ed internazionali, 5 libri e 12 brevetti che determinano i seguenti indici bibliometrici: citazioni totali (Scopus / Google Scholar) pari a 3528 / 5064 e h-index (Scopus / Google Scholar) pari a 33 / 40.
I suoi interessi di ricerca riguardano l’ingegneria delle reazioni e dei reattori chimici, la sintesi di materiali innovativi, le tecnologie di adsorbimento e scambio ionico, l’ingegneria chimica ambientale, la bonifica di siti contaminati, l’ingegneria dei tessuti, le biotecnologie applicate al settore energetico e le tecnologie applicate all’esplorazione spaziale.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Prof. Simone COLOMBO

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Dott. Paolo D'ERMO

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Prof. Renato DEL ROSSO / Vicepresidente

Renato Del Rosso, laureato in Ingegneria Chimica al Politecnico di Milano, è Professore Ordinario nel Settore Scientifico Disciplinare: Chimica Industriale e Tecnologica.

Afferisce al Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica "Giulio Natta" ed è docente del corso "Tecnologia e processi dell’industria Petrolifera" presso il Politecnico di Milano.

È autore o coautore di oltre 200 tra pubblicazioni su riviste internazionali, comunicazioni a congressi internazionali e nazionali, brevetti e libri.

La sua attività scientifica più recente ha riguardato la valutazione dell’impatto olfattivo degli insediamenti industriali.

È membro del Collegio dei Docenti della Scuola di Dottorato in Ingegneria Chimica al Politecnico di Milano, e Presidente del Comitato Scientifico dei Convegni Internazionali biennali NOSE organizzati da AIDIC.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Luca DI PALMA

Luca Di Palma, laureato con lode in Ingegneria Chimica nel 1993 presso l’Università degli Studi di Roma "La Sapienza", è Professore Associato confermato presso la Facoltà di Ingegneria Civile e Industriale e Dottore di Ricerca nello stesso Ateneo.
Nel 2017 Ha conseguito l’abilitazione a Professore Ordinario nel Settore scientifico-disciplinare ING-IND 22, D/01.
è titolare di corsi presso la Facoltà di Ingegneria Civile e Industriale dell’Università di Roma “La Sapienza” dall’A.A. 2000-01, ed ha svolto attività didattica in Master di secondo livello, corsi di specializzazione e scuole di dottorato. è attualmente docente di Tecnologia dei materiali e chimica applicata (CL in Ingegneria Energetica, BENR) e Processi di trattamento dei reflui liquidi (LM in Ingegneria Chimica, MCHR).
è autore di oltre 200 pubblicazioni scientifiche su riviste o atti di congressi nazionali ed internazionali (112 censite Scopus, 122 censite Scopus/ISI) in materia di Nanotecnologie per la protezione dell’ambiente, Trattamento di acque di scarico e fanghi industriali, Bonifica di terreni e sedimenti contaminati e Recupero di materiali e/o energia da rifiuti e/o scarti industriali. Dal 2002 ad oggi è stato Responsabile Scientifico (P.I.) di numerosi Progetti di Ricerca nazionali o internazionali, finanziati da Enti o da Aziende.
Ha fatto parte del Comitato Organizzatore di convegni nazionali ed internazionali, tra i quali la prima e la seconda edizione del NINE - International Conference of Nanotechnology Application for the Environment (Chairman e membro dello Steering Committee nel 2016, Chairman e membro dell’Organizing Committee nel 2017). Fa parte dell’editorial board di 2 riviste internazionali ed è valutatore di progetti di ricerca nazionali e internazionali nonché referee per le principali riviste nei settori della chimica applicata alla tutela dell’ambiente e delle tecnologie ambientali. è stato relatore di 40 tesi di laurea magistrale e oltre 75 tesi di laurea triennali, nonché tutor di 5 tesi di dottorato e responsabile scientifico di 6 assegni di ricerca annuali. è socio fondatore della Start-Up innovativa Universitaria di Sapienza GEEG srl (Geotechnical and Environmental Engineering Group), attiva nel campo del condizionamento dei terreni e del riutilizzo e smaltimento delle terre e rocce da scavo.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Domenico ELEFANTE

Domenico Elefante è nato a Putignano nel 1953 e si è laureato con lode in ingegneria Chimica presso l’Università di Padova nel 1978.
Il percorso professionale di Domenico, più che trentennale, inizia in Montedison nel settore chimico nel 1979 e prosegue interamente all’interno del gruppo Eni in ambito downstream con particolare riferimento al circuito raffinazione.
Ha iniziato la sua carriera presso l’Impresa Congiunta Anic-Montedison passando da Responsabile di turno a ricoprire incarichi diversi sino ad arrivare alla posizione di Responsabile dell’avviamento dell’impianto ICAM di Priolo.
Nel 1986 entra a far parte del gruppo Eni lavorando presso la raffineria di Priolo prima come Responsabile Tecnologie di Raffinazione e successivamente come Responsabile Gestione Raffinazione. Tra il 1992 e il 1995 effettua una significativa esperienza presso la raffineria di Gela ricoprendo il ruolo di Responsabile Gestione attività industriali e Responsabile Operazioni.
Dal 1996 al 2000 lavora presso la raffineria di Taranto inizialmente come Responsabile dei Servizi Tecnici e quindi come Direttore della raffineria. Nel 2000, trasferito a Roma, ricopre incarichi di crescente complessità quali quelli di Responsabile Sviluppo iniziative industriali, Responsabile Salute, Sicurezza e Ambiente e, nel 2006, quello di Direttore Industriale, ruolo nel quale garantisce la gestione e lo sviluppo delle attività industriali della divisione r&m di Eni. Tra il 2007 ed il 2008, nel ruolo di Direttore Generale di Polimeri Europa con sede a Milano, con responsabilità di gestione e sviluppo delle attività della petrolchimica Eni sia in Italia che all’estero.
Ad aprile 2008 diventa Amministratore Delegato di Italgas a Torino, dove opera in un contesto di forte dinamicità (dovuta in particolare alla liberalizzazione del mercato del gas) che ha comportato una rilevante complessità degli ambiti di attività.
Nel marzo 2010 torna nella divisione r&m di Eni assumendo il ruolo di Executive Vice President Refining con la responsabilità delle strategie di portafoglio asset e la relativa gestione con riferimento al sistema di raffinazione e logistica primaria.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Prof. Pier Ugo FOSCOLO

Nato a Roma, il 24 novembre 1948 - Sposato, due figli.
Laurea magistrale (1972) in Ingegneria Chimica presso l’Università "La Sapienza", Roma
Professore ordinario di Reattori Chimici (dal 1990) presso l’Università di L’Aquila
Coordinatore di diversi progetti di ricerca finanziati dall’UE (dal 1995) e da industrie e pubbliche istituzioni Direttore del corso di studi di ingegneria chimica presso l’Università di L’Aquila (2000 - 2003). Preside della Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di L’Aquila (2007 - 2012).
Membro del comitato scientifico di numerose conferenze internazionali. Chairman del comitato scientifico della Fluid-Particle Interaction Conference, Davos, Svizzera, maggio 1993, organizzato dalla Engineering Foundation, New York.
Co-chairman del Simposio internazionale sull’ingegneria delle reazioni chimiche, ISCRE25, Firenze, maggio 2018, organizzato da AIDIC su mandato della Federazione Europea di Ingegneria Chimica (EFCE). Visiting professor presso l’Università Louis Pasteur, Strasburgo, Francia (febbraio-luglio 2008).
Guest editor per Chemical Engineering Journal nel 2018-2019. Autore di oltre cento articoli su riviste scientifiche internazionali e atti di convegni.
Aree di interesse nella ricerca: gassificazione di biomasse e rifiuti; cattura dell’anidride carbonica; reattori a letto fluidizzato; Interazioni fluido-particella.
Attualmente è delegato AIDIC nel WP EFCE Chemical Reaction Engineering.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Dott. Alessandro GOBBI

Alessandro Gobbi, nato a Bologna il 24/11/67, si è laureato nel 1992 in Chimica presso l’Università degli Studi di Milano presentando una tesi sperimentale condotta nel laboratorio del Professor Dario Landini e della dottoressa Angelamaria Maia dal titolo Meccanismo dei polipodandi ciclofosfazenici in condizioni di catalisi per trasferimento di fase in sezzi pocc polari.

Dal 1992 al 1995 ha condotto un ciclo di Dottorato di Scienze Chimiche (Ph.D.) presso il laboratorio di Cinetica Chimica del professor Landini.

Ha fatto esperienze come docente in Chimica e Chimica Analitica presso alcuni Istituti Professionali.

Dal’ottobre 1996 è Redattore Capo di ICP - Rivista dell’Industria Chimica, mensile di riferimento per l’industria e l’ingegneria di processo in Italia, che è organo ufficiale di comunicazione AIDIC.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Gaetano IAQUANIELLO / Vicepresidente

Gaetano Iaquaniello, nato a Roma nel 1952, si è laureato con lode in Ingegneria Chimica presso l’Università di Roma (1975), è "docteur" all’UER des Sciences-Université de Limoges (1984) e ha un Master in Management da Londra Business School / University of London (1997). È professore associato di "Analisi di simulazione e strategia di ingegneria di processo" presso il Dipartimento Bio-medico - Dipartimento di ingegneria chimica per lo sviluppo sostenibile.
È membro dell’American Chemical Society e Vice President of Italian Society of Chemical Engineers (AIDIC). Ha pubblicato oltre 70 articoli, principalmente in syngas / produzione di idrogeno 3 libri sui reattori a membrana per l’industria di trasformazione e sul riutilizzo della CO2. È anche autore di numerosi brevetti.
Dopo aver prestato servizio militare come Luogotenente dell’Esercito Ingegnere Corp (1976), e un periodo presso la "Fondation de l’Eau" presso l’Università di Limoges con una borsa di studio (1975-1978), ha iniziato la sua carriera professionale in Italconsult SpA a inizio del 1979 e nel 1980 è entrato a far parte di Kinetic Technology International (KTI), dove ha ricoperto varie posizioni: da Process Engineer a Process Manager, da Process and Engineering Manager a Vice President of Technology e Business Development della compagnia che oggi è KT - Kinetics Technology Spa (KT-Spa). Durante questo periodo fu assegnato a KTI Corp-USA, 1981-1982, e in Technip Canada, nel 2002.
Dall’inizio del 2011, è stato anche VP Corporate Technology del Maire Tecnimont Innovation Center BV nei Paesi Bassi, e da metà del 2011 è anche CEO di Processi Innovativi Srl, una piccola società del gruppo MT, focalizzata sulla bio-chimica e bio- sviluppo di combustibili. Dal 2009 è coordinatore della Società Italiana Ingegneri Chimici (ADICH) per l’Italia Centrale.
Elenco delle pubblicazioni:
https://www.scopus.com/authid/detail.uri?authorId=6603152491 Gaetano Iaquaniello è attualmente Vicepresidente AIDIC e Presidente del Gruppo di Lavoro AIDIC Ingegneria Chimica Domani.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Alfredo MANCINI

Alfredo Mancini, nato nel 1945, ha conseguito la Laurea in Ingegneria Chimica nel 1970 (Università degli Studi di Bologna).

Dal 1971 al 1975 Responsabile Reparto Ricerche e Sviluppo presso lo stabilimento Montedison Bussi Officine e capo reparto Impianto Clorometani, quindi Responsabile della Manutenzione e poi Vice Direttore Tecnico dello stabilimento Montedison di Novara.

Dal 1982 ad oggi Amministratore Unico della Orim S.r.l., poi Presidente del CdA della Orim S.p.A.

Dal 1992 al 2000 Fondatore e Presidente AMIS ( Associazione Smaltitori ), dal 1995 al 1999 Presidente C.d.A. dell’Agenzia Regionale MPS S.p.A., dal 1998 ad oggi Membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione Nazionale Confindustriale ASSOMET (Associazione Metalli Non Ferrosi), dal 2005 ad oggi Membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione Nazionale Confindustriale FISE ASSOAMBIENTE (Associazione Imprese Servizi Ambientali), dal 2001 al 2005 Presidente Sezione Terziario Innovativo - Confindustria Macerata, dal 2011 ad oggi Membro della Giunta Confindustria Macerata

Dal 9/11/2000 al 15/03/2001 docente con contratto di insegnamento per corso completo "Recupero e Riciclo Materiali" presso l’Università degli Studi di Camerino.

Dal 5/02/2014 ad oggi Presidente della Commissione Ambiente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Macerata.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Flavio MANENTI

Flavio Manenti È Alexander von Humboldt Professor di Operazioni e Impianti Chimici presso il Politecnico di Milano (Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica "Giulio Natta") e il Politecnico di Berlino Berlin (Facoltà di Dinamica e Controllo degli Impianti Chimici). Ha ottenuto la laurea in Ingegneria Chimica e il dottorato di ricerca in chimica Industriale e Ingegneria chimica presso il Politecnico di Milano, dove È responsabile dei corsi di "Dinamica e Controllo dei Processi Chimici" e "Calcoli nell’Industria di Processo".
Delegato Italiano press oil Computer Aided Process Engineering (CAPE) Working Party della European Federation of Chemical Engineering (EFCE) e Rappresentante Italiano presso l’Assemblea Generale dell’EFCE, È attivo nell’ambito della modellazione, controllo, simulazione e ottimizzazione dei processi (bio)chimici (argomenti CAPE). È responsabile del gruppo di ricerca Sustainable Process Engineering Research (SuPER, www.super.chem.polimi.it).
È responsabile degli accordi di doppio dottorato con la Purdue University (USA) e la Katholieke Universiteit Leuven (Belgio). È il Delegato del Rettore del Politecnico di Milano per le interazioni con la Campinas University (Brasile) nell’ambito delle bioraffinerie ed È responsabile per gli accordi bilaterali con la University of Bradford (UK), University of Pannonia (Ungheria) e University of Bahia Blanca (Argentina).
Ha pubblicato oltre 120 articoli a riviste internazionali indicizzate Scopus ed È autore di una serie di 5 libri intitolati "… for the Chemical Engineer" per la modellazione e l’ottimizzazione degli impianti chimici. È co-autore di un capitoli della 5a edizione della Kirk-Othmer Encyclopedia, John Wiley and Sons. È il coordinatore scientifico di progetti finanziati sia da enti pubblici che privati. Ha depositato 5 brevetti internazionali per nuovi processi che integrano le energie rinnovabili, che producono gas di sintesi e che riutilizzano la CO2. È licenziatario di processi di syngas e recupero zolfo.
Flavio Manenti È attualmente delegato AIDIC nel WP EFCE Computer Aided Process Engineering.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Dott. Franco Meropiali

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Mauro PAGANELLI

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Carlo PESCHECHERA

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Prof.ssa Laura PIAZZA

LAURA PIAZZA, dottore di ricerca in Biotecnologia degli Alimenti, è professore associato confermato in Tecnologie Alimentari presso il Dipartimento di Scienze per gli Alimenti, la Nutrizione e l’Ambiente dell’Università degli Studi di Milano e professore incaricato di Processi e Impianti dell’Industria Alimentare per la laurea magistrale in Ingegneria Chimica del Politecnico di Milano.
E’ stata Professore ospite presso Agroparistech ( Massy, Parigi) e l’ University College of Dublin (Dublino). I settori di interesse nell’ambito alimentare riguardano la ingegneria e la tecnologia alimentare, progettazione, sviluppo e ,”structure design” di prodotti alimentari.
E’ membro della Sezione “Food” della European Federation Chemical Engineering (EFCE), membro della Società Italiana di Scienze e Tecnologie Alimentari, membro della ISEKI Food Association, membro dell’ Editorial Board of “Food Engineering Reviews” e di “Journal of Agricultural Sciences”.
Laura ha preso parte, in molti casi in qualità di coordinatore, a numerosi progetti nel settore alimentare privato, e recentemente è stata coordinatore dell’Azione COST (European Cooperation in Science and Technology) FA1001 “The application of innovative fundamental food-structure-property relationships to the design of foods for health, wellness and pleasure”. E’ attivamente coinvolta nel progetto “Food and Feed for Wellbeing”, un hub scientifico multidisciplinare che promuove la ricerca nel settore agro-alimentare e trasferisce competenze e conoscenze agli operatori di settore.
Laura Piazza è Presidente del Gruppo di Lavoro AIDIC Food Engineering.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Prof. Sauro PIERUCCI

Sauro Pierucci è nato a Pesaro nel 1946 e si è laureato in Ingegneria chimica al Politecnico di Milano nel 1969. Sino all’ottobre 2016 è stato responsabile del corso di Impianti Chimici e Professore Ordinario di Ingegneria Chimica al CMIC - Politecnico di Milano.
La sua attività di ricerca si è focalizzata sull’Ingegneria dei Sistemi di Processo, sulla Modellazione/Simulazione, sui Sistemi di Controllo Online e sull’Ottimizzazione dell’Operazione degli Impianti Chimici, con esperienze pratiche presso Oxychem a Houston, Texas, presso Polimeri Europa in Francia e presso Erg a Priolo, Italy.
È stato membro della Giunta Esecutiva dell’EFCE (European Federation of Chemical Engineering) fino al 2010, ed Editor di importanti pubblicazioni scientifiche internazionali quali Computer Aided Chemical Engineering, Vol. 8, Elsevier Science, Amsterdam, 2000 e Computers & Chemical Engineering, Vol. 25, Issue 4-6, Pergamon 2010. è attualmente Editore Capo di Chemical Engineering Transactions, pubblicato da AIDIC.
Sauro Pierucci è autore di più di 200 pubblicazioni scientifiche. È stato Vicepresidente dell’AIDIC fino al 2007 ed è attualmente membro della Giunta Esecutiva nonché Amministratore Delegato di AIDIC Servizi, la società posseduta da AIDIC che si occupa dell’organizzazione di conferenze tecnico/scientifiche, congressi ecc.
Inoltre è delegato AIDIC nel WP EFCE Computer Aided Process Engineering.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Maria Laura PILIA

Maria Laura Pilia ha conseguito la laurea in ingegneria chimica nel 1992 presso l’Università di Cagliari e il dottorato di ricerca in ingegneria chimica nel 1996 presso l’Università di Bologna. Attualmente è responsabile dell’unità organizzativa sistemi di automazione e controllo di processo in Sarlux.

Ha iniziato il suo percorso professionale dapprima in IBM e poi presso il CRS4 - Centro di Ricerca, Sviluppo e Studi Superiori in Sardegna, per poi entrare nel 1997 nel Gruppo Saras, dove, con ruoli crescenti, in circa 15 anni ha attivamente contribuito allo start-up e sviluppo della Sartec - Saras Ricerche e Tecnologie SpA. In Sartec, dopo un primo periodo come ingegnere di processo, è diventata nel 1999 responsabile della sezione controlli avanzati di processo. Nel 2005 ha assunto la direzione della divisione automazione, estendendo il campo di attività dai controlli avanzati e ottimizzazione di processo all’ingegneria strumentale di campo e di sala controllo e agli analizzatori di processo.

Nel 2006 le è stata assegnata anche la responsabilità dei sistemi informativi e l’incarico di quality manager. Nel 2008 è diventata responsabile anche dell’ingegneria impiantistica multidisciplinare, assumendo la direzione dell’unità di business ingegneria, forniture e servizi industriali, operativa nell’ambito dell’efficienza industriale, del risparmio energetico, della sicurezza e affidabilità industriale e dell’ambiente, mediante la fornitura di servizi di ingegneria, manutenzione, realizzazione di impianti package, di sistemi di analisi, di automazione e di prodotti proprietari Sartec.

Parallelamente a tutti gli incarichi ricoperti ha inoltre collaborato alla definizione di alleanze strategiche e alla promozione commerciale di Sartec fuori dal Gruppo Saras. Nel 2013 è stata assegnata alla capogruppo Saras SpA per ricoprire l’attuale incarico.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Giuseppe RICCI

Giuseppe Ricci, 59 anni, neoeletto Presidente AIDIC, si è laureato in ingegneria chimica al Politecnico di Torino.
E’ in Eni dal 1985, principalmente nel settore downstream avendo operato per anni in varie e importanti raffinerie: Sannazzaro, Milazzo nella Joint Venture Eni-Kuwait Petroleum e Gela.
Nel 2008 è rientrato nella sede romana della Refining & Marketing come coordinatore delle raffinerie e della rete logistica (depositi e oleodotti) in Italia e all’estero per diventare poi nel 2010 Direttore Industriale e Logistica.
Nel 2012 è diventato Direttore Eni per la Salute, Sicurezza, l’Ambiente e la Qualità.
Dal Settembre 2016 è Chief Refining & Marketing Officer e dal luglio 2017 Presidente di Confindustria Energia.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Maurizio ROVAGLIO

Maurizio Rovaglio si è laureato nel 1983 in Ingegneria Chimica presso il Politecnico di Milano. Nel 1988 consegue il Dottorato in Ingegneria Chimica nell’ambito di una collaborazione tra Politecnico di Milano e University of Massachusetts, In trenta anni di carriera Maurizio ha ricoperto vari ruoli in ambito accademico, imprenditoriale e industriale.
Una grande passione per la conoscenza e la ricerca hanno condotto Maurizio inizialmente attraverso i passi della carriera universitaria. Dal 1990 al 2007, Maurizio passa dal ruolo di Ricercatore, a professore Associato a professore Ordinario in Teoria e Sviluppo dei Processi Chimici. Nel corso della carriera accademica Maurizio insegna vari corsi di Controllo e Strumentazione dei Processi Chimici, di Impianti e Principi dell’Ingegneria Chimica.
Nel 2007, dopo uno spin off /stratup, Maurizio lascia il mondo accademico per entrare nel mondo industriale intraprendendo una nuova carriera. Dal 2008 al 2011 ricopre il ruolo di Vice Presidente Solutions Delivery per la società Invensys, dal 2011 al 2015 assume il ruolo di Vice Presidente Software Sales per Schneider Electric con sede a Dubai e, dal 2015 al 2017, ricopre il ruolo di Vice Presidente Oil & Gas Technology sempre per Schneider Electric con base a Houston. Oggi Maurizio è responsabile per Siemens SpA del business della digitalizzazione nell’ambito dell’industria di processo.
Durante le attività/ruoli in precedenza menzionati, Maurizio ha avuto la possibilità di accumulare una rilevante esperienza professionale nell’ambito della vendita, del marketing, della pianificazione delle risorse ed esecuzione dei progetti in vari settori, con diverse tecnologie e varie locazioni geografiche.
Maurizio detiene vari brevetti industriali ed è autore di più di 150 articoli pubblicati su riviste scientifiche o presentati a conferenze internazionali sia accademiche sia industriali.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Marco STOLLER

Marco Stoller è Ricercatore presso il Dipartimento di Ingegneria Chimica Materiali Ambiente, Facoltà di Ingegneria, dell’Università degli Studi di Roma "La Sapienza", e docente del corso di "Equipment for the production of micro- and nanoparticles" and "Equipment for the treatment of effluents" alla stessa Università. Precedentemente si è laureato in Ingegneria Chimica nel 2001 e ha concluso il proprio Dottorato di Ricerca nel 2004.

La sua attività di ricerca si svolge nell’ambito delle tecnologie a membrane e nelle nanotecnologie, in particolar modo sullo sporcamento delle membrane (fouling) e sulla process intensification per la produzione di nanoparticelle. Il suo lavoro è documentato in 35 lavori scientifici, 60 contributo a congresso e 35 interventi. Ha partecipato a 9 progetti europei riguardante le tematiche di ricerca.

E' membro attivo dell’AIDIC dal 2001; nel 2015 ha formato il GdL AIDIC Giovani in cui ha svolto per un anno la funzione di Presidente.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Prof. Francesco TOGNOTTI

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Giorgio VERONESI / Segretario

Giorgio Veronesi è nato a Bassano del Grappa nel 1954 e si è laureato con lode in Ingegneria chimica presso l’Università di Padova nel 1979.
Ha lavorato per oltre 35 anni nel campo dell’Ingegneria e delle Costruzioni.
Ha iniziato la sua carriera nel 1981 in Foster Wheeler, passando dal Project Engineering al Project Management ed infine alla gestione di centri di profitto. E’ stato responsabile di società nella loro fase iniziale (a Singapore, in Italia ed in Russia) o nella loro maturità (Foster Wheeler France), confrontandosi perciò con problemi molto diversi.
Giorgio Veronesi è entrato a far parte di Maire Engineering, poi Tecnimont, nel 2007 con l’incarico di Vice President Commercial, con responsabilità di vendita e proposal nel campo dell’energia e delle infrastrutture, con particolare focus su progetti EPC power: cicli combinati a gas di grande taglia e centrali a carbone anche con tecnologia Ultra Super Critica.
Dal 2011 al 2012 è stato Presidente ed Amministratore Delegato di Siirtec Nigi Spa, un Process Engineering Contractor di base a Milano, specializzato in rimozione di zolfo e trattamento gas, con l’incarico di riorganizzare la società attraverso la creazione di una nuova unità operativa, nuova governance, procedure di gestione, etc.
Da fine 2012 è responsabile commerciale per l’Africa e l’Iran in Techint SpA a Milano.
La sua esperienza di progetti è molto diversificata, dal punto di vista della geografia (Europa, Russia, Medio Oriente, Asia, Nord Africa, Sud America), del business (oil & gas, raffinazione, petrolchimico, chimico, farmaceutico, power, infrastrutture, decontaminazione dei suoli, BOO), dello scopo (da Studi di Fattibilità a FEED ad EPC completi ad O&M) e delle dimensioni (da piccoli revamping di impianti esistenti a mega progetti grass roots).
Da gennaio 2016 Giorgio Veronesi è nel Board di EFCE (European Federation of Chemical Engineering), di cui da gennaio 2018 è Executive Vice President.
Da luglio 2018 è anche Membro indipendente del CdA di HMS (Hydraulic Machines and Systems) Group LLC, un gruppo con holding company a Cipro, quotata alla borsa di Londra, ed impianti di produzione di pompe, compressori e packages per l’industria O&G in Russia, Ukraina, Bielorussia e Germania.
Giorgio Veronesi è Segretario generale AIDIC.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO

Ing. Gabriele VERRECCHIA

Gabriele Verrecchia è laureato in ingegneria chimica all’Università di Roma La Sapienza.
Attualmente è Contact Engineer nella Raffineria Esso di Augusta, in precedenza ha svolto un tirocinio presso il centro ricerche ENEA Casaccia.
Nel biennio 2016-2017 ha ricoperto l’incarico di Presidente del GdL AIDIC Giovani contribuendo all’organizzazione di seminari, technical tour e gestendo la partecipazione di delegazioni del GdL Giovani in congressi o exhibitions di rilievo internazionale.

  • PRECEDENTE
  • SUCCESSIVO